SISTRI: la riforma prima della (ri)partenza

17 giugno 2015 by

0saves

A cinque anni dall’introduzione, il bilancio dell’applicazione del SISTRI (sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) non può che apparire decisamente negativo. Non solo, infatti, è stato completamente fallito lo scopo principale dello strumento, ovvero  il contrasto delle attività di gestione illecita dei rifiuti, ma, permanendo il regime del cosiddetto “doppio binario” – vale a dire l’obbligo di continuare a utilizzare il tradizionale sistema di adempimenti documentali a fianco del mai veramente decollato sistema telematico – non è stato neppure centrato l’obiettivo della semplificazione burocratica.

 

Continua a leggere

Un osservatorio sullo stile di vita sostenibile degli italiani

Precedente:

Un osservatorio sullo stile di vita sostenibile degli italiani

Milano citta resiliente

Successivo:

Milano in corsa per la resilienza

Potrebbe interessarti