Rifiuti zero, Sc Johnson vicina al traguardo

18 giugno 2014 by

0saves

Prosegue a tappe forzate la marcia di SC Johnson – colosso dei prodotti per la casa, titolare di brand come Off!, Glade, Shout, Raid, Autan e Baygon – per ridurre l’impronta ambientale. Nel 2011, la multinazionale americana ha infatti lanciato un piano quinquennale per tagliare del 70% la quota di rifiuti entro il 2016, e lo sta perseguendo con determinazione. Lo scorso aprile, è stato lo stabilimento di Manaus (Brasile) ad aver centrato l’obiettivo di non portare più rifiuti in discarica, grazie a percentuali crescenti di riutilizzo e di riciclo.

 

Ma SC Johnson non è certo l’unica multinazionale impegnata nella diminuzione drastica dei rifiuti da mandare all’inceneritore. Il waste management, infatti, non è solo una priorità ambientale, ma è soprattutto un costo che le aziende devono comprimere e, ove possibile, abbattere.

 

A cura di Emanuela Taverna

 
Continua a leggere

Certificazioni LEED in Italia: un’opportunità per l’immobiliare

Precedente:

Certificazioni LEED® in Italia: un’opportunità per l’immobiliare

Urban mining: le miniere nascoste nelle discariche urbane

Successivo:

Una miniera in città

Potrebbe interessarti