Nuova Direttiva sui rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE): il parere dei produttori

25 maggio 2014 by

0saves

Con la pubblicazione del Decreto Legislativo n. 41 del 14 marzo 2014, l’Italia è tra i primi paesi europei a recepire la nuova Direttiva UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). Un passo avanti importante che dovrebbe portare il nostro Paese dagli attuali 4  Kg di rifiuti raccolti ogni anno per abitante a tre volte tanto in cinque anni.

I produttori sembra abbiano accolto positivamente il decreto, sebbene non manchino gli auspici di miglioramento. Tra queste voci abbiamo sentito quella di ANIE (Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche), una delle organizzazioni di categoria più attive nel monitorare l’iter legislativo che ha portato all’approvazione del decreto.

 

Continua a leggere

 

filomenaDarcangeloIng. Filomena d’Arcangelo
Responsabile dell’Area Ambiente e Tecnico Normativa di Federazione ANIE. Laurea in ingegneria Elettronica conseguita presso il Politecnico di Milano. E’ attualmente membro del Consiglio Direttivo e della Commissione Superiore Tecnica del CEI e dei principali gruppi di lavoro in materia ambientale e tecnica di Confindustria e di Orgalime.

 

 

 
Energia: dal G7 al decreto spalma-incentivi

Successivo:

La primavera calda dell’energia: dal G7 al decreto spalma-incentivi

Potrebbe interessarti