Il cibo sano è il cibo sostenibile

27 marzo 2017 by

0saves

AiFOS (Associazione Italiana per Formatori e Operatori della salute e sicurezza www.aifos.it ) ha voluto festeggiare la Giornata Internazionale della Donna (8 marzo u.s.) con un punto di vista diverso sul tema della salute e sicurezza sul lavoro: il convegno “Mangia, Lavora Cura” ha voluto trattare, infatti, un tema orgogliosamente italiano creando un binomio ricco di spunti e suggestioni fra alimentazione e salute.

 

Non sempre, inoltre, è noto che l’Italia è al primo posto in Europa in quanto a sistemi di controlli sulla sicurezza alimentare e produzione biologica, l’agricoltura italiana è tra le più sostenibili e con le produzioni più sicure d’Europa: emette il 35% di gas serra in meno della media Ue, con una quota di prodotti che presentano residui chimici inferiore di quasi 10 volte rispetto alla media europea.

 

Sicuramente il cibo, accompagnato da un’adeguata sicurezza alimentare, è un elemento fondamentale dell’identità Italiana, ma assumere cibi sani, infatti, non è sempre così semplice: l’ambiente inquinato, l’aria, il terreno, le acque possono rendere tossico il cibo che mangiamo e alcune patologie moderne (vedi obesità, diabete e altre problematiche metaboliche), sono causate dall’esposizione a cibi contaminati.

 

Le ultime ricerche scientifiche hanno infatti dimostrato che le tossine ambientali fanno ingrassare e provocano il diabete[1] interferiscono con il metabolismo, lo rallentano, l’uso sconsiderato di prodotti chimici quali: Mercurio, Piombo presente nei gas di scarico, antibiotici, pesticidi, fino anche le sostanze di cui impregnano i nostri vestiti possono avere ripercussioni gravi sulla nostra salute attraverso il cibo che ne viene contaminato.

 

Ad esempio uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association ha dimostrato che il bisfenolo A, un prodotto chimico che si trova nelle bottiglie di plastica e nei contenitori alimentari aumenta il rischio di diabete, di malattie cardiovascolari, di funzionalità epatica anomala come il così detto fegato grasso.

 

In questo senso tutto altro significato e rilevanza ha il motto “Siamo quello che mangiamo”, che ha dato il titolo all’intervento del Dott. Sabatino De Sanctis per 30 anni Medico Competente di un’importante azienda Oil & Gas: dovremmo riflettere molto sull’impatto che un ambiente inquinato e poco sostenibile ha sul cibo che mangiamo e quindi sulla nostra salute.

 

Per questo illuminante è stato l’intervento di Debora Catarutti – esperta in dieta nutrigenomica -, che ci invita a scegliere cibo buono e biologico, cibo di cui si conosce la derivazione, possibilmente derivato da filiere controllate e vicine, perché la sostenibilità ambientale passa anche dal Km zero.

 

Infine abbiamo scoperto, grazie all’intervento di Matteo Fadenti, Esperto di HCCP, che anche in casa possiamo essere più sostenibili sostituendo, alle pellicole per alimenti che contengono PVC, contenitori sciacquabili soprattutto per quegli alimenti ricchi di grassi e alcool che a contatto con queste pellicole ricevono quantità maggiori di sostanze chimiche derivate dal PVC e quindi si riempiono di tossine dannose.

 

In questo senso la sostenibilità ambientale diventa quindi un modo per mangiare meglio, migliorare la propria salute e curarsi del prossimo.

 

Tutti gli atti si trovano al seguente link:

http://aifos.it/home/eventi/altri-eventi/materiali_convegni/mangia_lavora_cura_materiali

 

 

Agenda

MANGIA LAVORA CURA – 8 MARZO 2017

 

14.30           Apertura dei lavori e saluti istituzionali – Paola Favarano, Presidente SOFiA Comitato Donne AiFOS e Consigliere Nazionale AiFOS

 

14.40           Sabatino De Sanctis, Medico Competente e Responsabile eventi Be Human “Noi siamo quello che mangiamo”

 

14.55           Rosanna Guarini, Medico chirurgo specializzato in igiene e medicina preventiva. Counselor relazionale e nutrizionale e Carla Mammone, Consigliere Nazionale AiFOS e membro comitato Direttivo SOFiA “Lasciate che il cibo sia la vostra medicina”

 

15.10           Eleonora Buratti e Carlo Giolo, Autori del libro “La dieta dei mestieri” “Rischio alimentazione: cibi funzionali, salute e sicurezza nel lavoro femminile”

 

15. 25          Debora Cantarutti, Founder BON – cibo buono che fa bene “L’alimentazione anti aging nel quotidiano: idee pratiche dal bar alla Schiscetta”

 

15.40           Edoardo Venturini, Direttore Relazioni Esterne e comunicazione Sodexo Italia SpA “Portare sul lavoro la corretta alimentazione”

 

15.55           Matteo Fadenti, Consigliere Nazionale AiFOS e Consulente esperto in igiene degli alimenti e Haccp “Pillole per la corretta conservazione degli alimenti”

 

16.10           Adele De Prisco, Membro del comitato di Presidenza AiFOS e Responsabile sportello sicurezza Cisl Brescia “Condividere ingredienti per una formazione efficace alla salute e sicurezza”

 

16.25           Daiana Tripodi, Attrice e regista teatrale, fondatrice di Arkadina Teatro “I really love junk food?”

 

16.45           Saluto Finale Rocco Vitale

 

 

A cura della redazione di Now How

 

[1]  O.A. Jones, M.L. Maguire, J.L. Griffin, Environmental pollution and diabetes: a neglected association, in “Lancet”, 26 gennaio 2008, vol 371, n. 9609, pp 287-288

WASTE WATER, il tema della Giornata Mondiale dell’Acqua

Precedente:

WASTE WATER, il tema della Giornata Mondiale dell’Acqua

Wasted, il riciclo che premia

Successivo:

Wasted, il riciclo che premia

Potrebbe interessarti