Benvenuti in NowHow

26 maggio 2014 by

0saves

Editoriale maggio-giugno 2014

 

Now, How. Adesso, come oppure ora, in che modo.

Ora, adesso, è il tempo del presente, parla di quello che succede intorno a noi, ma nello spazio sconfinato di questo pianeta. Racconta delle azioni quotidiane che lo rendono il posto dove vivere il nostro tempo.

 

Come, in che modo è il nostro modo di guardare al futuro, i semi che piantiamo  e i germogli che ci aspettiamo di vedere crescere. Sono le azioni che possono facilitare, oppure ostacolare, il compimento di uno sviluppo sostenibile e di una crescita economica che consegni a chi viene un mondo vivibile e duraturo.

 

L’idea di Now How nasce con l’intento di creare uno spazio di riflessione, di confronto e di aggiornamento intorno al presente del pianeta e alle nostre strategie per affrontare il futuro, concentrandoci su territorio, risorse naturali e sostenibilità. Nel creare questo spazio, abbiamo l’ambizione di mantenere uno sguardo aperto, libero da pregiudizi ma anche pragmatico nella lettura di quello che succede e del come organizzarci per questo viaggio, dando voce a soggetti, esperienze e punti di vista sempre diversi. Leggerete di persone, idee, progetti, problemi, soluzioni, innovazioni; cercheremo di raccontare queste “storie” sempre in maniera diretta e con l’aiuto di parole e, soprattutto, di immagini.

 

Now How si articola in sezioni: Water, Energy, Waste, Green Remediation, Infrastructure, Health & Safety, Educational. Immersi quotidianamente nel dibattito sulla sostenibilità, abbiamo visto questi temi come quelli che possono meglio rappresentare le questioni che stanno più a cuore ai cittadini, alle aziende, agli studiosi, agli amministratori che ci leggeranno o che, è un invito!, scriveranno per noi.

 

E allora, grazie per l’attenzione e buona lettura!

 

Stefano Susani

Amministratore delegato di MWH in Italia, Regional Director divisione Energia, Industria e Risorse Naturali in Europa e Africa

 

 
Aria pulita in Europa: l’Italia al Consiglio europeo.

Successivo:

Aria pulita in Europa: l’Italia può fare la differenza?

Potrebbe interessarti