Depurare le acque con i tappi di plastica riciclati…un’idea tutta italiana

25 maggio 2015 by

0saves

A prima vista ci si trova di fronte una specie di grande cesto da lavatrice pieno degli stessi tappi delle bottiglie di plastica che tutti noi usiamo ogni giorno. Con questo sistema, il chimico Sergio Modenese e il biologo Dario Savini, oggi riescono a depurare le acque reflue provenienti da processi industriali in un meccanismo tanto semplice quanto innovativo.

L’idea nasce nel 2010 da Sergio, diventata uno spin-off Accademico dell’Università di Pavia ed è oggi la start-up ECO-SISTEMI SRL incubata presso Progetto Manifattura-Trentino Sviluppo di Rovereto. Anche il mercato internazionale della depurazione ha mostrato interesse verso di loro, tanto che lo European Wastewater Technology Approval Group TAG, ha valutato la bontà di questa tecnologia nel marzo 2015.

 

Continua a leggere

Costi dell’acqua: l’Italia si adegua ai criteri europei per la loro determinazione

Precedente:

Costi dell’acqua: l’Italia si adegua ai criteri europei per la loro determinazione

NowHow_Giorni_Rubati_Pietro_Basoccu

Successivo:

Giorni rubati. Storia di un infortunio sul lavoro

Potrebbe interessarti