Decreto competitività e sedimenti dragati: risponde l’esperto

17 dicembre 2014 by

0saves

Il decreto legge 91/2014, cosiddetto “decreto competitività”, introduce nel T.U. sull’Ambiente una novità importante in materia di gestione dei sedimenti contaminati, attraverso l’art. 184 quater.  I nostri lettori ci hanno rivolto alcune domande e chiesto ai nostri esperti alcuni chiarimenti in merito. Risponde l’avv. Federico Peres, dello Studio Legale Butti and Partners.

 

Continua a leggere

 

Federico Peres

Federico Peres
Dopo aver svolto attività professionale in altri studi legali, Federico Peres ha costituito, nel 1993, con Guido Butti, l’associazione professionale B&P Avvocati.

E’ professore a contratto di diritto dell’ambiente presso l’Università di Padova (Facoltà di Ingegneria – Corso di laurea in Ingegneria per l’ambiente e il territorio) ed è stato docente in corsi post-universitari organizzati dalle Università di Milano, Padova e Venezia. Si occupa di diritto dell’ambiente, con particolare riferimento alla gestione dei rifiuti, alle bonifiche dei siti contaminati, al risarcimento del danno ambientale ed all’inquinamento elettromagnetico.

All’interno dello Studio, segue principalmente il contenzioso amministrativo e civile, nonché la consulenza stragiudiziale in materia di rifiuti, bonifiche e inquinamento elettromagnetico. In queste materie è autore di volumi e articoli ed è stato relatore in numerosi seminari e convegni.

Il Rapporto 2013 e il Rapporto 2014 dedicati al Triveneto, redatti dalla Rivista Top Legal, lo hanno individuato al primo posto quale professionista leader nel settore del diritto ambientale.

Bonifiche: il futuro oltre l’ambiente

Precedente:

Bonifiche: il futuro oltre l’ambiente

La Venere degli stracci

Successivo:

La Venere degli stracci

Potrebbe interessarti